Come inamidare i lavori all’uncinetto

Buon pomeriggio alle appassionate di uncinetto!!

Questo è per me un periodo stressante, pieno di esami e scelte difficili! La discussione della tesi si avvicina e lo stress si accumula come anche mille pensieri e preoccupazioni…!!!

 

E cosa c’è di meglio che rilassarsi facendo un po’ di lavoretti all’uncinetto??

 

 In questi giorni sto lavorando su alcuni nuovi orecchini ottenuti con l’abbinamento di perline colorate e perline di uncinetto!!!

 Ma oggi, come promesso nel post dei “fiocchi” pubblicato qualche tempo fa, avevo intenzione di parlarvi di: come inamidare i lavori all’uncinetto!

Orecchini, collane e bracciali, a volte hanno bisogno di essere irrigiditi per assumere le forme da noi desiderate. Gli orecchini non inamidati ad esempio, tendono a piegarsi e a perdere la forma.

Grazie a qualche piccolo procedimento che mi appresto a mostrarvi, potranno rimanere rigidi nel tempo!

Inamidando si possono creare oggetti curiosi e originali come:


Bomboniere:

bomboniera_culletta1

( http://lanaecotone.blogspot.com )

Centrotavola e fruttiere:

Image

 ( Filigree Bowl di Linda Permann )

 o tante altre creazioni: 

Image

item_photo_285087_zoom

Per fare tutto questo, basta entrare in confidenza con almeno uno dei tre metodi esistenti per inamidare i vostri lavori all’uncinetto:

Amido:

i fiocchi di amido possono essere acquistati nei supermercati o nelle drogherie a pochissimo prezzo.

DOSI: 1 cucchiaio (bello pieno) di amido naturale per ogni 10 cl di acqua.

PROCEDIMENTO: riscaldare l’acqua sul fornello per qualche minuto, togliere dal fuoco il pentolino ed aggiungere l’amido nelle dosi indicate. Mescolare per bene fino ad ottenere un liquido omogeneo e senza grumi. Immergere il lavoro nel liquido per qualche minuto, in modo che assorba ben bene il composto;

una volta trascorsi i minuti sufficenti, basterà strizzarlo leggermente per eliminarne l’eccesso di amido e stenderelo per l’asciugatura, dando al lavoro la forma desiderata.

 

Questo procedimento non è tra i miei preferiti.

E’ consigliato solo se si stanno inamidando lavori di filo bianco, poiché l’amido tende a lasciare una leggera polverina una volta asciutto. Inoltre non è il metodo migliore per ottenere le forme tridimensionali, poiché con il tempo l’amido tende ad alleggerire il suo effetto.

 Acqua e Zucchero :

DOSI: se volete ottenere un indurimento leggero, utilizzare 1 parte di zucchero per ogni 6 parti di acqua; se invece volete ottenere un indurimento maggiore, utilizzare 2 parti di zucchero per ogni 5 parti di acqua.

PROCEDIMENTO: sciogliere il più possibile lo zucchero nell’acqua. Mettere sul fuoco e portare il tutto ad ebollizione per 3/4 minuti, in modo da far ritirare leggermente il composto ed ottenere un succo. Togliere il pentolino dal fuoco e lasciare raffreddare.

Immergere il lavoro nel liquido per qualche minuto, in modo che assorba ben bene il composto;

una volta trascorsi i minuti sufficienti, basterà strizzarlo leggermente per eliminarne l’eccesso di acqua e zucchero e stenderelo per l’asciugatura, dando al lavoro la forma desiderata.

Per ottenere l’effetto tridimensionale, basterà mettere il lavoro ad asciugare su dei supporti della forma che desideriamo.

Per ottenere una fruttiera, ad esempio, sarà sufficiente una ciotola rovesciata per darle la forma:

Image

Questo metodo è buono per ottenere le forme tridimensionali, ma, come il precedente, è sconsigliato per lavori colorati poiché anch’esso lascia un sottile strato di polverina che renderà il lavoro opaco. Il succo inoltre tende ad ostruire i fori del lavoro an uncinetto, così da ottenere un motivo impreciso.

Acqua e Vinavil: 

questo è decisamente il metodo che più vi consiglio per inamidare i lavori all’uncinetto.

DOSI: 1 cucchiaio di vinavil per ogni 5/6 cucchiai di acqua

PROCEDIMENTO: niente fornelli e niente pentolini; mescolate semplicemente la vinavil e l’acqua, fino ad ottenere un composto omogeneo e senza grumi! immergete i vostri lavori per qualche minuto per poi strizzarli leggermente e stenderli sui supporti per poter ottenere le forme desiderate.

Questo metodo, secondo me, è il migliore in assoluto, poiché economico, infallibile e veloce, non solo nella preparazione ma anche nell’asciugatura (4/5 ore all’aria aperta).

E’ consigliato per i lavori tridimensionali e, una volta allargato per bene e messo ad asciugare su un supporto, il vostro lavoro rimarrà della forma da voi desiderata per un tempo non definito.I punti saranno perfettamente visibili (se ovviamente avete tolto tutta la colla in eccesso prima dell’asciugatura), ed è possibile lavorare anche con i colori, che rimarranno vivi e senza polverine!

 

una volta affinata una di queste tecniche, le creative non potranno più farne a meno!

Ecco a voi dei piccoli lavori inamidati fatti da me 🙂 🙂

Image10005854_580857658689179_967673768_o.jpg

Image
 Spero di essere stata utile, e come sempre vi invito a mettere “mi piace” alla mia pagina Facebook: 

www.facebook.com/pcuncinetto

Advertisements

2 Comments Add yours

  1. Rosalia Marsico says:

    Buongiorno,

    vorrei realizzare delle bomboniere a forma di culletta, come l’immagine sopra riportata, ho provato a farle senza schema ma non ci sono riuscita. Potrei avere gentilmente lo schema? Grazie.

    Cordiali saluti
    Rosy cell. 392.139.13.42

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s